Stampa questa pagina

Cattedrale, oratori con Cripta, dipinti Provenzani

Si erge in cima a un’imponente scalinata e fu realizzata tra il 1666 e il 1703. L’autore del progetto fu probabilmente l’architetto scultore gesuita Fra Angelo Italia. Ha pianta basilicale a tre navate con cupola e transetto compreso tra i muri longitudinali e presenta anche ai lati due oratori destinati a funzioni liturgiche meno affollate e dedicati al SS. Sacramento e al SS. Rosario. L’imponente facciata in conci di pietra chiara con ai lati due campanili autonomi, non è in rapporto né con lo spazio interno né con l’ambiente urbano, allora modesto nelle sue strutture edilizie, ma con quello naturale dovuto alla sua collocazione sulla sommità di una collina in posizione predominante esaltata tramite una grande scalinata che le fa da basamento figurativo.
L’interno custodisce buone tele di Domenico Provenzano, nato a Palma e considerato uno dei miglior allievi di Vito D’Anna. Da osservare il sepolcro dell’astronomo Giovan Battista Odierna. L’Odierna come scienziato ottenne la scomposizione spettroscopica del sole prima di Newton, descrisse per primo l’occhio composito della mosca e il meccanismo velenoso del dente della vipera.

Galleria immagini

Aggiungi commento


FaLang translation system by Faboba